I GUARDIANI DEL GIORNO

I GUARDIANI DEL GIORNO

daywach.jpg

Le due guardie di Mosca non dormono mai, il controllo che l’una deve esercitare sull’altra è indispensabile alla  sopravvivenza di entrambe.
L’equilibrio deve essere mantenuto.
Ma qualcosa minaccia di comprometterlo.
Ed in questo capitolo di una saga che cattura ad ogni pagina, sarà svelato un nuovo volto dei protettori delle tenebre e quelli della luce.
Il destino di chi viaggia tra gli strati del crepuscolo non è mai fissato.
In un mondo in cui non vi sono buoni e la vittoria non è scontata né senza prezzo.
Questo libro, come quello che lo precede, è diviso in tre storie.daywach2.jpg
Nella prima si racconta di una stregetta (l’ex amante del capo della Guardia del Giorno), che avendo perso i suoi poteri in un combattimento con le forze della luce, va in un campo di pionieri (l’equivalente russo dei Boy-scout) per riprendersi “assorbendo” i sogni negativi dei bambini….
Ma il destino, guidato da mani crudeli, è in agguato.
Nella seconda storia si narra di un misterioso individuo che sembra perseguitare la Guardia della Notte, le cui mosse sono imprevedibili e quasi volute dal caso……un pericolo a cui sarà impossibile sfuggire.
Nell’ultima storia si racconterà di un processo contro un agente della luce coinvolto in faccende molto più grandi di lui….una storia in cui il finale è semplicemente imprevedibile.
Luk’janenko si rinnova in un libro che non è assolutamente inferiore al precedente.
Anche del libro qui presentato è stata girata la trasposizione cinematografica, su cui purtroppo non possiamo esprimere pareri perché non abbiamo avuto modo di visionare.

Da tempo immemorabile esseri dotati di enormi poteri
vivono nascosti tra gli umani.
Sono strege, vampiri, maghi, mutantropi
-mazzi uomini e mezzi animali-demoni e vampiri.
Si fanno chiamare gli Altri.
Non scegli di essere un Altro, ma se scopri di esserlo
devi decidere da che parte stare.

I GUARDIANI DEL GIORNOultima modifica: 2008-12-17T18:30:00+01:00da medu115
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento